Le grandi insegne dei grattacieli di CityLife Milano

Le tre insegne dei grattacieli di CityLife Milano
Le tre grandi insegne dei grattacieli di CityLife Milano
Photo credit: Demetrio Rizzo

Il trittico dei grattacieli di CityLife (il dritto, lo storto e il curvo), in considerazione della densità e dell’altezza delle strutture, può essere considerato a tutti gli effetti il più imponente agglomerato di edifici alti di Milano. Sono infatti i 3 grattacieli più alti della città, se consideriamo l’altezza al tetto (vedi la relativa classifica) e sono quindi oramai diventati un vero e proprio faro, visibili a chilometri di distanza e facilmente riconoscibili, non solo grazie alle loro forme eclettiche ma anche grazie alle loro enormi insegne.

In questo articolo abbiamo quindi deciso di farvi conoscere più da vicino le insegne di questi grandi colossi di vetro, cemento e acciaio.

L’insegna di Torre Generali

L’insegna di Torre Generali vista da vicino
Photo credit: Demetrio Rizzo

Partiamo dalla più grande, imponente e contestatissima insegna della torre Generali. Si tratta di un progetto molto originale ma al tempo stesso molto “invadente” e che non passa di certo inosservato.

Chiamata anche “the red hat” o “cappello rosso” ha la particolarità di occupare in lunghezza l’intero perimetro dell’edificio (circa 140 metri), seguendone la sinuosità, sviluppandosi in altezza per circa 15 metri e con un distacco di diversi metri dal tetto grazie ad un imponente struttura in acciaio che si snoda a raggiera dal centro del tetto, realizzata con elementi tridimensionali a nodi sferici a sbalzo e sviluppata da M.B.M. Costruzioni in acciaio su progetto Redesco Srl. L’effetto visivo da lontano risulta alquanto spettacolare dal momento che sembra librarsi in aria.

L’insegna della Torre Generali vista dal 47° piano di Torre Allianz
Photo credit: Demetrio Rizzo

L’insegna è stata completata il 1 agosto del 2018 e ha da subito destato un coro di critiche e polemiche da parte dei milanesi che l’hanno definita anche “un pugno in un occhio”. I più critici lamentano il fatto che interrompa la fluidità progettuale dell’edificio e che rovini definitivamente il concetto di design con cui è stato concepito. C’è comunque da tenere in considerazione che il progetto dell’insegna è stato avvallato dallo stesso studio di architettura che ha ideato l’intera torre. A noi comunque il risultato finale non dispiace e poi in definitiva si tratta di un unicum a livello mondiale.

 

 

L’insegna di Torre Allianz

Torre Allianz vista dal cielo. Photo credits: E-motion
Torre Allianz vista dal cielo.
Photo credits: E-motion

Anche Torre Allianz, dall’alto dei suoi 209 metri d’altezza, non si fa di certo intimidire dall’imponente insegna della vicina Torre Generali. Anche il suo logo infatti non passa inosservato, visto che conta una lunghezza di 35 metri per un altezza di 8. La scritta inoltre è posizionata su entrambi i lati larghi di questo imponente ed elegante edificio che ricordiamo essere attualmente il più alto d’Italia.

La Madonnina su Torre Allianz Milano. Photo ©Nino Ferrante
L’insegna di Torre Allianz e la copia della Madonnina di Milano.
Photo credit: Nino Ferrante, nostro partner fotografico

Come si può notare dalla foto qui sopra, sul tetto di questa torre progettata da Arata Isozaki e Andrea Maffei è stata posizionata, il 22 novembre del 2015, la quarta copia e della Madonnina del Duomo di Milano. Come da tradizione infatti, la Madonnina deve essere sempre in cima all’edificio più alto della città per poter mantenere la sua funzione protettrice. Scopri di più su questa particolare tradizione leggendo il nostro articolo dedicato.

 

 

L’insegna di Torre PwC

Torre PwC - Logo
L’insegna di Torre PwC appena installata.
Photo credit: Demetrio Rizzo

Il 4 marzo 2020 è stata completata anche l’insegna PwC nella parte frontale (quella pendente) dell’ultima delle torri del trittico di CityLife ancora in costruzione, la Torre PwC o Libeskind, dal nome del suo architetto (Daniel Libeskind).
L’edificio, la cui sommità raggiunge i 175 metri, è previsto venga ultimato a fine anno per iniziare poi a essere abitato dai dipendenti della multinazionale PricewaterhouseCoopers a partire dal 2021.

Particolare sul logo di Torre PwC.
Photo credit: Demetrio Rizzo

Pur essendo di dimensioni ridotte, rispetto alle analoghe insegne dei suoi vicini, è comunque un’insegna importante e ben visibile. Inoltre vanta anche un paio di particolarità esclusive come la multicromaticità (le altre sono mono o bicromatiche) e il fatto che sporga inclinandosi verso il basso e seguendo quindi la pendenza della torre.

Secondo il progetto di PwC, un analogo logo dovrebbe essere posizionato anche nel lato opposto (quello curvo) ma al momento non si conoscono ulteriori dettagli in merito.

Per tutte e tre le torri prese in esame in questo articolo, abbiamo anche realizzato delle schede informative con approfondimenti, dati tecnici, curiosità e ampie gallerie fotografiche esclusive. Per accedervi basta cliccare nei relativi link presenti sui nomi delle torri all’interno di questo articolo, attraverso la nostra mappa interattiva oppure dalla voce di menù: curiosità > schede informative.

Lasciaci una tua valutazione:
Demetrio Rizzo

Demetrio Rizzo

Autore di grattacielimilano.it e di altri portali web, blogger ed esperto in ambito google maps e web marketing, è stato tra i primi web designer in Italia. Grande appassionato di architettura, ama le città ed in generale tutti i luoghi di aggregazione che fotografa cercando di coglierne l'essenza, le geometrie e la loro migliore espressività. Patito di tecnologia ma nel contempo amante della natura, dei suoi silenzi, appassionato di filosofie e religioni orientali. Artista poliedrico conosciuto soprattutto per le sue originali sculture in fil di ferro e le grafiche computerizzate applicate a supporti metallici.

2 Risposte

  1. Bernardo Bernardo ha detto:

    grazie per le informazioni e spero che presto dopo questo periodi di stare in casa ci si possa ancora vedere per altre visite presso gli stessi edifici e altri grazie di tutto

Lascia un commento