Grattacieli dei primi anni 2000

World Join Center
Torre di Adriano
RCS Headquarter
Torre di Piazza Tirana
I quattro edifici più alti del periodo.

L’entrata di Milano nel nuovo millennio porta con se un vento positivo carico di grandi idee, progetti ambiziosi ed importanti investimenti. Milano è oramai matura per potersi presentare al mondo come una capitale di livello internazionale al pari di Londra, Parigi o Berlino e ne sa approfittare. Prendono quindi il via i bandi internazionali per la completa riprogettazione di grandi aree urbane rimaste per anni inutilizzate.

Stiamo infatti parlando degli oramai famosi progetti di Porta Nuova (nell’area tra Porta Nuova, Stazione Garibaldi e Varesine) e CityLife (nell’area dell’ex Fiera Milano trasferitasi a Rho), interventi che nell’arco di un decennio ridefiniranno completamente lo skyline cittadino. Ma nel frattempo cosa viene realizzato in questi anni di inizio millennio?

Rispetto ai parallelepipedi fotocopia in cemento e vetro degli anni ’80 e ’90, finalmente il design sembra voler ridivenire protagonista offrendo il proprio contributo su alcuni interessanti interventi come nel caso delle Torri Pendenti realizzate a ridosso della nuova sede di fiera Milano a Rho, due edifici gemelli di 19 piani con un originale struttura “pendente”. Interessanti anche la torre residenziale di piazza Tirana (con la particolare fessura alta 50 metri e la grande loggia vetrata sulla sommità) e l’RCS Headquarter di Stefano Boeri autore del celeberrimo Bosco Verticale.

Attenzione: per vedere la gallery completa devi essere iscritto alla nostra Community. Accedi o Registrati

Lasciaci una tua valutazione:
Demetrio Rizzo

Demetrio Rizzo

Autore di grattacielimilano.it e di altri portali web, blogger ed esperto in ambito google maps e web marketing, è stato tra i primi web designer in Italia. Grande appassionato di architettura, ama le città ed in generale tutti i luoghi di aggregazione che fotografa cercando di coglierne l'essenza, le geometrie e la loro migliore espressività. Patito di tecnologia ma nel contempo amante della natura, dei suoi silenzi, appassionato di filosofie e religioni orientali. Artista poliedrico conosciuto soprattutto per le sue originali sculture in fil di ferro e le grafiche computerizzate applicate a supporti metallici.

Lascia un commento