Milano Porta Nuova: nuovi grattacieli in arrivo..

Centro Direzionale di Milano visto dal grattacielo Pirelli in una serata nebbiosa.
Photo credit: Nino Ferrante, nostro partner fotografico

Un grande fermento immobiliare sta caratterizzando negli ultimi tempi la zona a ridosso della Biblioteca degli Alberi di Milano (BAM), il grande e frequentatissimo nuovo parco pubblico cittadino che ha ridato vita ad un area della città che nell’ultimo decennio è stata anche uno dei cantieri più grandi d’Europa.

L’imponente progetto di rigenerazione urbana denominato “Milano Porta Nuova”, ha trasformato un’area per decenni dismessa e degradata, in un nuovo centro finanziario (con le sedi di importanti banche ospitate in scintillanti grattacieli quali l’Unicredit Tower, la Diamond Tower di BNP Paribas e la nascente Unipol Tower dell’omonimo gruppo finanziario). L’area è diventata anche un nuovo aggregatore sociale oltre che attrazione turistica grazie all’oramai famosissima piazza Gae Aulenti, alla grande area verde curata e ricca di iniziative culturali (BAM) ed ai nuovi grattacieli residenziali di lusso (come il famoso Bosco Verticale e la Torre Solaria).

Milano Porta Nuova
Milano Porta Nuova vista da Palazzo Lombardia
Photo credit: Enrico Postiglioni, nostro partner fotografico

Se consideriamo anche l’adiacente centro direzionale di Milano con il mitico Pirellone, il Palazzo Lombardia, Torre Breda e la recentemente ristrutturata Torre GalFa, possiamo affermare che quest’area sta assumendo sempre più le sembianze di una vera e propria “City” con un importante agglomerato di grattacieli, unico caso in Italia.

La zona sta riscuotendo sempre maggiore interesse ed attirando molti investitori, i quali ora si apprestano a mettere sul piatto più di un miliardo di euro per dare il via alla fase 2 del progetto di riqualificazione. Da circa un anno infatti, si sta predisponendo un nuovo masterplan denominato “Porta Nuova Gioia” con l’obiettivo di ridisegnare i restanti 260 mila metri quadri di spazi pubblici e lotti privati da riqualificare lungo l’asse di via Melchiorre Gioia. Lo scopo è quello di da dare continuità e riunificare la parte est con quella ovest, che attualmente risultano nettamente separate a causa della trafficatissima arteria e dell’ingombrante edificio ponte dei dismessi Uffici Tecnici Comunali.

Giusto per dare l’idea di quanto stiamo dicendo, qui di seguito riportiamo una nostra raffigurazione approssimativa e schematica degli ingombri previsti, relativamente ai progetti in corso di realizzazione, di prossima attivazione o ancora in fase di analisi.

Raffigurazione approssimativa e schematica degli ingombri
dei nuovi Grattacieli in costruzione o in progetto nell’area di Porta Nuova

Approfondiamo qui di seguito quanto accennato in grafica:

1. GIOIA 22
Torre Gioia 22, soprannominato “la scheggia“, per la sua avveniristica architettura che si sviluppa allargandosi in una tensione verso l’alto e che al contempo si protende verso il basso, sarà il primo dei progetti qui elencati ad essere ultimato e rappresenta inediti standard di innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale.

Attualmente si trova in uno stadio avanzato di costruzione con la struttura in cemento quasi completata ed il glass cladding che dovrebbe concludersi entro l’anno. Sarà un edificio all’avanguardia per i criteri di risparmio energetico con i quali è stato concepito e sarà destinato ad uso promiscuo con la presenza anche di attività commerciali e zone aperte al pubblico.

Per maggiori dettagli e foto esclusive con l’avanzamento dei lavori, consulta la nostra scheda informativa dedicata.

Rendering di Torre Gioia 22 e dell’area circostante – Photo Credit: Coima Sgr

 

 

2. TORRE UNIPOL (Nido Verticale)
Il nuovo headquarter del Gruppo Unipol, si appresta a divenire un landmark elegante ed al contempo turisticamente attrattivo al pari dei suoi vicini Bosco Verticale e Unicredit Tower. Una singolare torre a forma ellittica, situata nel nucleo pulsante di Porta Nuova, con spettacolari giardini pensili interni ed un involucro esterno a doppia pelle rivestito da un reticolo in legno e vetro che ricorda un nido (motivo per il quale gli è stato attribuito l’appellativo di “nido verticale”).

Progettata da Mario Cucinella, la torre avrà 23 piani fuori terra, 3 interrati ed ospiterà anche una sala congressi di circa 220 posti, una serra-giardino panoramica con un’area destinata a ospitare eventi pubblici e culturali ed uno sky restaurant.

Così come la Torre Gioia 22, anche Torre Unipol sarà un edificio all’avanguardia in termini di risparmio energetico ed ecosostenibilità. La particolare architettura richiede tecniche costruttive speciali che necessitano di tempi più lunghi del normale. Lo stadio di avanzamento dei lavori è attualmente a circa il 50% dello scheletro. La consegna è prevista per la fine del 2021.

Modellino in scala del nuovo headquarter del Gruppo Unipol (Nido Verticale)
Photo credit: Demetrio Rizzo

3. GIOIA 20 (east e west)
Il 20 maggio 2019 lo studio di progettazione Antonio Citterio Patricia Viel è risultato il vincitore del bando internazionale per lo sfruttamento dei due lotti a ridosso dell’incrocio tra via Pirelli e via Melchiorre Gioia, con un progetto che prevede un agglomerato di quattro edifici di altezze differenti (il più alto intorno ai 104 metri), affiancati a coppie di due (v. foto qui di seguito) e destinati prevalentemente ad uso uffici.

Antonio Citterio Patricia Viel ha già realizzato nel milanese diversi progetti importanti come Nexxt (il nuovo headquarters Fastweb) e le residenze grattacielo di Città Contemporanea 1.0 e 2.0 (vedi sulla nostra mappa interattiva).

L’inizio dei lavori è previsto per il 2021 con consegna entro il 2022. Prossimamente pubblicheremo ulteriori dettagli relativi a questo progetto, nel frattempo ti consigliamo di iscriverti alla nostra newsletter periodica per restare sempre aggiornato!

Progetto Gioia 20, edifici West e East – Credits: Antonio Citterio Patricia Viel

 

 

4. PIRELLI 39
Nel marzo 2019, per quasi 194 milioni di euro, il gruppo Coima si aggiudica l’asta indetta dal Comune di Miliano per la vendita del Pirellino (la torre degli ex Uffici Tecnici Comunali costruita nel 1966 qui in foto). In ottemperanza degli obblighi imposti da questa vendita e dopo aver predisposto in collaborazione con l’Amministrazione il masterplan del nuovo quartiere di Porta Nuova Gioia, che include gli edifici di Gioia 20, Gioia 22, Pirelli 35 e Pirelli 39, Coima ha indetto il 25 novembre 2019 il concorso internazionale di architettura per l’edificio di Via Pirelli 39.

Ad oggi ci troviamo nella fase finale di assegnazione del vincitore con i seguenti sei finalisti: Diller Scofidio + Renfro con Boeri (USA/Italia), David Chipperfield (Inghilterra/Italia), Vittorio Grassi (Italia), Heatherwick (Inghilterra), Wilmotte (Francia) e 3xn (Danimarca). Tra le ipotesi in campo è prevista sia l’eventuale ristrutturazione, sia la parziale conservazione che la totale demolizione. L’idea più accreditata però, che è anche quella che abbiamo menzionato nel nostro grafico, è di recuperare le volumetrie delle adiacenti strutture (quella a ponte e quella di via pirelli 35), per edificare uno o due edifici completamente nuovi sviluppati in altezza.

Torre UTC (Pirellino) vista da Palazzo Lombardia
Photo credit: Demetrio Rizzo

5. PIRELLI 35
Il suo destino è molto legato a quello di Pirelli 39. Come riportato più sopra, attualmente esiste un concorso internazionale di architettura indetto per l’edificio di via Pirelli 39 con annesso masterplan per l’intera area di Porta Nuova Gioia con l’idea di realizzare un nuovo polo vitale con aree commerciali e di intrattenimento. I prossimi mesi saranno fondamentali per capire il suo futuro. Tra le idee più accreditate comunque c’è quella di realizzare un edificio a torre.

Iscriviti alla nostra newsletter periodica per restare sempre aggiornato su tutte le novità che riguardano i grattacieli meneghini. Vieni a trovarci anche sui nostri canali social!


Qui di seguito proponiamo uno screenshot della nostra mappa esclusiva raffigurante l’ubicazione di tutti i grattacieli dell’area di Porta Nuova e del Centro Direzionale di Milano. Per utilizzare la mappa clicca sulla foto e sarai reindirizzato alla nostra mappa interattiva.

La foto di copertina di questo articolo è stata realizzata da Nino Ferrante, nostro partner fotografico.

Lasciaci una tua valutazione:
Staff

Staff GrattacieliMilano

Quest'articolo è stato redatto dallo staff di GrattacieliMilano.it. Se vuoi contribuire anche tu alla stesura di articoli o fornirci materiale inedito da pubblicare su questo sito contattaci, saremo felici di annoverarti fra noi. Per ulteriori dettagli sulle forme di collaborazione previste, visita l'apposita pagina dedicata.

Lascia un commento